Analisi dei costi di interruzione di energia elettrica

Tipo Elaborato: Tesi di Laurea         

Download: Tesi completa

Autore: Ing. Giambattista di Crisci 

Il settore elettrico italiano è stato oggetto, nell’ultimo quinquennio, di una rapida evoluzione organizzativa, conseguenza del processo di de verticalizzazione attivato nel Paese anche come conseguenza delle direttive europee. Da una struttura fortemente integrata verticalmente il sistema sta evolvendo verso strutture disaggregate, caratterizzate dalla presenza di pluralità di soggetti specializzati nello svolgimento delle differenti attività precedentemente svolte dalle imprese integrate. Contemporaneamente la crescente richiesta di energia e la forte dipendenza da essa, ha messo in evidenza non solo la necessità di migliorare il servizio di ripristino in caso di mancanza di energia elettrica ma, in particolare, gli ingenti costi e danni generati a seguito di blackout o comunque di un’interruzione di elettricità.

Obiettivo di questo lavoro di tesi è di riuscire a determinare il costo medio atteso di un evento di interruzione. Normalmente il costo medio, sia come aliquota derivante dai costi riconosciuti relativi a produzione, trasporto, misura e vendita da parte degli esercenti ovvero i distributori di energia, e definita come “lucro cessante”, sia come aliquota derivante dai danni economici associati alla mancanza di fornitura di energia elettrica da parte dei clienti finali e definita come “costi di utenza” o “danno emergente”.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply